Civita di Bagnoregio e i Calanchi

Siamo nella Tuscia in provincia di Viterbo. Uno dei tantissimi borghi visitati e suggestivi, denominata la città che muore. Ha nel suo attivo soltanto undici abitanti che tengono vivo il paese di Civita di Bagnoregio.

L’affaccio del Belvedere della grotta di san Bonaventura è semplicemente meraviglioso. Una piccolissima isola si erge nella vastità del mare dei Calanchi, le conferisce l’incanto di cui è avvolta. Il borgo fantasma è collegata al resto del mondo da un lunghissimo e sottile corridoio in cemento.

La storia

E’ uno scrigno che contiene circa 2500 di storia, fondata dagli Etruschi. Il ponte pedonale in cemento costruito nel 1965. Si accedeva all’antico abitato di Civita  attraverso cinque porte, mentre oggi solo ad una, la porta anche detta di Santa Maria o della cava.La struttura ha origini etrusche , mentre l’intero rivestimento del paese architettonico è medioevale e rinascimentale.

Civita di Bagnoregio nel suo glorioso passato era un centro molto più grande, una serie di sismi e frane hanno ridotto di molto l’estensione della valle.

I Calanchi

I calanchi sono delle particolari forme di  erosioni in cui la natura e gli agenti atmosferici hanno dato libero sfogo. Le argille sabbione di origine vulcaniche hanno creato un evoluzione del paesaggio. Caratterizzate da piccole valli, prive di vegetazione e separate tra loro da sottili creste.

I Calanchi non sono dei fenomeni tipici solo di questa zona del Lazio, ma presenti in altre parti d’Italia. I Calanchi sono presi d’assalto da chi fa trekking, noi siamo partiti da Lubriano con la vista mozzafiato del panorama intorno a noi, siamo scesi sul fondo della stretta valle che separa i due paesi.

Proseguiamo in trekking camminando paralleli al torrente di Lubriano fino a quando non troviamo una deviazione del sentiero che ci porta al Pianale. Una terrazza da cui scoprire la meraviglia del passaggio dei Calanchi. Ovviamente sempre accompagnati  da una guida ambienta escursionistica.

Civita di Bagnoregio

Nel 2017 è stato avviato ufficialmente l’iter per la candidatura di Civita di Bagnoregio a Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Vivendo nella Tuscia ovviamente mi rende orgogliosa di questa terra. Molti film sono stati girati in questo piccolo paese, da Alberto Sordi a Toto fino ad una soap brasiliana  hanno scelto Civita come scenario per i loro film.

Molti gli eventi che ospita Civita, da Tuscia Jazz Festival che richiama nella cittadina i migliori interpreti del jazz a livello mondiale e moltissimi sono gli appassionati.

I numeri

Un milione di visitatori paganti  all’anno per visitare questo piccolo minuscolo paesino, ne vale veramente la pena di trascorrere una giornata in questo luogo magico, suggestivo nel suo genere.

vbagnoregioi-calanchi.jpg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *