Consigli sullo zaino della pellegrina

pellegrina che cammina alt

Consigli sullo zaino della pellegrina, sembra facile indovinare cosa portare esattamente. Invece no assolutamente non è cosi, perchè tutto ciò che vorrai portare con te devi necessariamente portarlo sopra le tue spalle. Non puoi fare l’errore di aggiungere cose a caso senza valutare, calibrare e ponderare bene ogni oggetto superfluo che andrai ad aggiungere.

Per fare un cammino che sia di 7 giorni, 15 giorni o 30 giorni lo zaino sarà sempre lo stesso. Innanzi tutto dipende dalla stagione in cui affronterai il cammino. L’inverno per quanto vorrai avere uno zaino leggero l’abbigliamento è per forza a maniche lunghe pantaloni lunghi.

Andiamo per ordine

Lo zaino della pellegrina che andrà completamente a fare per esempio il cammino francese dovrà contenere: un pantalone lungo da trekking, e un pantalone corto, una maglia a maniche lunghe e una maglia a maniche corte. Calzini, ci sono di ogni tipo più o meno elasticizzati, più o meno lunghi. Munitevi di buste con chiusura leggerissime a peso zero dovranno contenere: intimo (2 cambi), medicinali che usate di consueto, e aggiungere antibiotici , cerotti, crema all’arnica.

Secondo me basta cosi perchè troverete Farmacia quasi ovunque, evitare di portare peso in più. Altro sacchetto con il necessario per la nostra igiene, senza esagerare, evitare di portare grandi bottiglie di shampoo o altri pesi inutili si acquistano quando sono finiti in qualche supermercato.

Telo da bagno in microfibra, ( 2 se avete i capelli lunghi) ciabatte per la doccia. Se affronti il cammino in autunno o inverno il poncho anti pioggia ripara sia te che lo zaino è d’obbligo, ma si può anche scegliere di prendere una giacca anti pioggia leggera e traspirante e la sacca copri-zaino

Ma non è ancora finita

Una piccola bottiglia di plastica che contenga sapone liquido per il bucato, un cappello (immancabile) per tutte le stagioni. Sacco a pelo, anche questo dovrà essere scelto con cura asseconda del periodo che affronterete il cammino, d’estate per me solo sacco lenzuolo. Negli ostelli c’è sempre qualcuno che si porta il fon, io non l’ho mai fatto, mi sono lavata i capelli ogni volta che lo trovo disponile nell’ostello per evitare ulteriore peso.

Ed ancora

Una borraccia di 1 litro almeno che potrai riempire tutte le volte che sarà possibile. Se usi bastoncini da trekking li comprerai in Spagna perchè lo zaino sarà il bagaglio a mano. Taglia unghie idem non lo puoi portare in aereo. Ago e filo, utilissimi spera di non averne bisogno, l’utilizzo lo scoprirai strada facendo.

In un piccolo sacchetto spazzolino con mini dentifricio, piccolo pacchetto di salviette umidificate multiuso, un pacchetto di fazzolettini, qualche spilla da balia. per me immancabile burro di cacao. Per stendere il bucato a quanto ho visto nessuno si porta più il filo con le mollette, ormai gli ostelli sono forniti di filo per stendere la biancheria. Il trucco( lo so le pellegrine non si truccano, ma io non rinuncio al rimmel)

Scarpe di ricambio a vostra scelta, tuttavia io personalmente non sopporto scarponi pesanti, cerco di trovare un giusto compromesso. Traspiranti ma impermeabili, con grip, tallone rinforzato ed altre caratteristiche per non scendere alla marca che uso solitamente.

Zaino

Lo zaino della pellegrina secondo me non deve superare i 40 litri per non riempire di cose inutili lo spazio superfluo. Io lo carico cosi, sotto metto la busta dell’abbigliamento, sacco a pelo per bilanciare e tutte le bustine sopracitate in ordine di peso. La borraccia andrà all’esterno per praticità e cerco comunque di tenere la cappelliera libera per acquistare frutta secca e qualche barretta in loco.

Nel marsupio andranno i documenti, soldi, bancomat, credenziale, cellulare e caricabatteria e poco più ad esempio una penna…. Pesate il vostro zaino se siete sotto a 7 kg avete fatto un bel lavoro. I pellegrini dicono che non si debba superare il 15% del proprio peso corporeo, ad anche io approvo. Ovviamente l’abbigliamento tecnico è utile perchè leggero e si asciuga velocemente, ma in cammino ti renderai conto che non c’e’ la regola esatta.

Il cammino è per tutte le tasche e per tutte le esigenze, l’importante è portare qualcosa di meno che possiamo comprare strada facendo. Nonostante che faccio ogni volta con cura lo zaino non si può prevedere tutto al 100%.

L’uso dei sacchetti con chiusura sono molto utili perchè permettono di trovare tutto abbastanza veloce cio che si cerca senza tenere uno zaino in disordine.

Lo zaino per tutti i nostri giorni di cammino dovrà essere la nostra casa. Consigli sullo zaino della pellegrina , ovviamente sono i miei,ognuno di noi ha una scuola di pensiero diversa, non c’e’ una regola ben precisa l’importante è portare cose che userai. Buon Cammino

Comunque mi piacerebbe sapere da altri pellegrini nei commenti sotto il post cosa potrei essermi dimenticata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *