Cos’è il cammino

marco con lo zaino al tramonto

Se dovessimo chiedere a ciascun pellegrino cos’è il cammino, otterremo risposte diverse, ognuna delle quali avrebbe in se un’emozione forte e profonda.

E questa emozione ci spinge a camminare e a fare ogni giorno tanti chilometri verso la meta agognata. Potremmo parlare di una magia.
Intendiamoci bene sul termine, magia intesa come immagine interiore, imago in me agere, direbbero i latini.

Chiamiamola Magia

Un qualcosa che smuove i nostri sentimenti , li esalta ed isola le nostre paure. Una idealizzazione del nostro viaggio che prima che fisico diventa interiore. La meta diventa una scusa per mettersi a nudo .

Cammino Francese

Chi ha fatto, il cammino francese, come me, ha assistito a delle scene a bordo strada o negli ostelli in cui spesso le persone piangevano e questo non era un pianto, ma un lavaggio interiore, un modo di scoprirsi migliore spesso siamo noi stessi , i nostri limiti interiori.

Per questo le nostre vittorie sono vittorie “nostre” e non di altri; perchè noi vinciamo noi stessi, mettendo l’asticella sempre più in alto.

Questo è vero per chi affronta il cammino per un motivo spirituale o interiore, sia per quello che lo fa per un motivo fisico e tenersi in forma. Spesso le due cose non sono distinguibili.

La motivazione

La prima cosa su cui dovremmo interrogarci nel fare il cammino sarebbe quale motivo ci spinge. E nel farci questa domanda non dovremmo aspettare dagli altri nessuna forma di comprensione.

La molla che ci spinge a partire è solo nostra. Sappiamo solo noi cosa si nasconde dietro i sorrisi, i pianti . Sappiamo solo noi cosa significa il nostro grido di gioia nell’arrivare alla meta.

Gli altri potranno cogliere solo degli aspetti, dei particolari, non tutto. Il cammino insegna anche l’umiltà, ogni vittoria e come tante altre: differenti ed uguale.

Ed infine per concludere cos’è il cammino

In fondo siamo andati a fare due passi; in realtà abbiamo riassunto la nostra vita. Con umiltà e consapevolezza dobbiamo continuare a fare questo viaggio.

Buon cammino a tutti

Marco Franceschini

J pie de port marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *